Informazioni Generali

Obiettivi Formativi

Maggiori Informazioni

Il Master si pone come obiettivo quello di fornire a laureati di diverse discipline le competenze necessarie per la creazione di figure professionali nel campo delle attività regolatorie ad indirizzo farmaceutico e farmaceutico-biotecnologico e nella gestione dell’accesso al mercato. Malgrado che sia possibile intraprendere una carriera nel settore pubblico dopo aver acquisito il titolo, il Master è principalmente disegnato per poter poi sfruttare le competenze acquisite nel settore privato.
Il fabbisogno di entrambe le funzioni è notevolmente aumentato nell’ultimo decennio, dato (i) lo sviluppo della regolamentazione internazionale e soprattutto europea, anche in merito alla definizione delle strategie registrative e di prezzo e rimborsabilità e (ii) la necessità di dimostrare (punto di vista delle imprese) e valutare (punto di vista dei soggetti regolatori centrali, regionali e delle aziende sanitarie) il valore aggiunto di un farmaco, la sua efficienza rispetto all’uso della risorse disponibili ed il suo impatto sul budget.
Il Master ritiene che acquisire competenze sia nell’ambito regolatorio sia nell’ambito dell’accesso al mercato rappresenti un valore aggiunto nel panorama farmaceutico.

[riduci]

Potenziali Sbocchi Professionali

Maggiori Informazioni

Il Master non prestabilisce aziende nelle quali i discenti possono svolgere lo stage ma ne acquisisce la disponibilità durante l’anno. Le aziende operano principalmente nel settore farmaceutico, ma vi sono anche aziende in settori simili che hanno offerto stage in passato (omeopatici, medical device, cosmetici, alimentari). Stage sono offerti da un variegato range di aziende: da aziende multinazionali a realtà regionali , con inclinazione all’innovazione o al mercato (ad esempio, farmaci equivalenti), da società di consulenza a sedi estere di multinazionali. In questa diversità lo studente può trovare la realtà che meglio gli si addice.
Dal 2014, aziende che hanno accolto come stagisti i nostri studenti sono:
3P Solution; A.C.O.M (Advanced Center Oncology Macerata); ABC Farmaceutici S.p.A.; Accord Healthcare Italia Srl; Actavis; AIFA; Amgen; Asgenia s.r.l.; Asphalion; Baxter; Bayer; Bioindustria L.I.M.; Bonfiglioli Engineering ; Cambrex Profarmaco Milano; Celgene Italia; Chiesi Farmaceutici; CSL Behring; Del Corno & associati s.r.l.; Difa Cooper S.p.A.; Dompè; EISAI; Euticals; Farmacia ospedaliera dell’ASL di Omegna; Farmacia Ospedaliera delle Molinette; FARMILA THEA FARMACEUTICI; GB Pharma services & consulting srl; Guna; IBI S.A. Industrie Biomediche Insubri S.A.; Kyowa Kirin; Lundbeck Italia SpA; MA Provider; Medtronic; Mylan; Named; Neapharma; Nextrasearch; Novartis; Otsuka Pharmaceutical Italy S.r.l.; PFIZER; Pharma D&S; PharmaDoc srl; Polichem SA; Procos; Proge Medica; RIBES-Nest; SIHS Health Economics Consulting; Teva Italia; ValueVector S.r.l.
Il Master forma Esperti in Discipline Regolatorie e Biotecnologie, Quality Assurance, Clinical Research Associate e Esperti in Farmacovigilanza, Esperti in Market Access per Farmaci e Tecnologie Mediche (funzione di Market Access se esistente, Outcome Research, Health Economics, Price&Reimbursement, Account Management, e, in seconda battuta, Direzione Medica e Business Development) e Referenti per la valutazione dei farmaci nei soggetti pubblici (Agenzia Italiana del Farmaco ed altri soggetti competenti a livello centrale nella valutazione delle tecnologie, Regioni ed Aziende Sanitarie) in grado di produrre e presentare i primi, e di produrre e valutare i secondi, dossier di valutazioni comparative di farmaci e tecnologie mediche.

Tali figure professionali specializzate avranno le seguenti caratteristiche:
 saper pianificare, preparare e valutare qualsiasi tipo di pratica regolatoria incluso il dossier di registrazione;
 possedere adeguate conoscenze scientifiche riguardanti gli aspetti della ricerca biotecnologica, chimica, pre-clinica e clinica;
 possedere nozioni relative allo sviluppo dei farmaci biotecnologici;
 possedere la conoscenza delle normative regionali, nazionali, europee e internazionali, le procedure di registrazione e le regole connesse con le diverse tappe regolatorie nello sviluppo del farmaco;
 avere attitudine ad interagire con le funzioni aziendali che partecipano allo sviluppo del farmaco e con gli enti esterni, in particolare con le Autorità Sanitarie;
 possedere competenze e capacità relazionali e di mediazione che permettano di pianificare strategie regolatorie e stimolino la capacità del “problem solving”;
 possedere adeguate conoscenze scientifiche riguardanti gli aspetti della ricerca e dello sviluppo pre-clinico e clinico, con riferimento sia ai farmaci derivanti da sintesi chimica che ai farmaci biotecnologici;
 conoscere le caratteristiche essenziali del Servizio Sanitario Nazionale, gli aspetti di regolazione del settore farmaceutico e delle tecnologie mediche che governano l’accesso al mercato (autorizzazione all’immissione in commercio ed altre forme di regolazione di accesso al mercato, prezzi e rimborsabilità, prontuari/repertori, acquisti, governo del comportamento prescrittivo);
 saper pianificare, preparare e valutare i dossier di valore di un farmaco e di una tecnologie medica, per la contrattazione di prezzi / rimborsabilità, per l’inserimento nei prontuari regionali e locali e, più in generale, per tutte le attività di governo di accesso al mercato;
 avere attitudine, per i referenti di impresa, ad interagire con le funzioni aziendali che partecipano allo sviluppo del farmaco e delle tecnologie mediche, alla sua immissione sul mercato (funzione regolatoria) e con i soggetti pubblici;
 avere attitudine, per i referenti dei soggetti pubblici centrali, regionali e locali, ad interagire con i referenti di imprese;
 possedere competenze e capacità relazionali e di mediazione che permettano di pianificare strategie regolatorie di accesso al mercato e stimolino la capacità del “problem solving”;
 avere dimestichezza con analisi economiche (valutazioni economiche, analisi di impatto sul budget, analisi di impatto organizzativo e di modelli economici e relativi software, fonti informative e banche dati disponibili per la popolazione di tali modelli, e uso delle evidenze economiche nelle decisioni pubbliche;
 avere dimestichezza con la lingua inglese e con i software più comunemente usati, con i sistemi di raccolta autorizzata e gestione dei dati.
Allo stato attuale si può ritenere che le prospettive di occupazione per coloro che tramite il Master si specializzano siano stabili o in leggero aumento, data la richiesta di questi esperti sia nelle imprese, sia nei soggetti pubblici.

[riduci]

F.A.Q.

Maggiori Informazioni

E’ previsto e assicurato uno stage in azienda? E nel caso c’è la possibilità di scegliere l’azienda secondo le proprie necessità (vicinanza a casa)?
Lo stage in azienda non è garantito ma è su base competitiva. In breve, le aziende che sono disposte a formare figure professionali scrivono alla Segreteria del Master, che circola tali richieste agli studenti. Sta poi alle aziende fare la selezione e trovare il candidato più idoneo alle loro esigenze. Negli ultimi 10 anni il numero di richieste da parte delle aziende ha sempre superato il numero degli iscritti alla ricerca di stage. Inoltre, gli iscritti possono anche cercare uno stage direttamente (questo succede ad esempio per coloro che cercano in zone particolari o in ambiti particolari) facendo leva sul fatto che sono iscritti/e al Master. La capacità dei discenti di affrontare un colloquio è un’importante determinante per approdare nell’azienda preferita.
Malgrado tutto ciò, un numero limitato di persone non è riuscita a svolgere lo stage in azienda ma lo ha svolto all’interno dell’Università. Le principali ragione sono state volontà dello studente, la ricerca di uno stage in una zona particolare in cui vi è una bassa disponibilità di aziende del settore, o l’incompatibilità dello studente a rinunciare alla sua presente occupazione. Lo stage, infatti, è spesso a tempo pieno e incompatibile con un altro lavoro a tempo pieno (ad esempio farmacista).
• Quali aziende cooperano con il master solitamente?
Le richieste di stage vengono fatte circolare attraverso contatti personali e attraverso le principali associazioni di categoria. Inoltre la maggior parte dei docenti del Master proviene dalle aziende e quando hanno richiesta di stagisti si rivolgono a noi per far circolare le proposte tra gli studenti.
• Che durata ha lo stage aziendale? E’ previsto un rimborso spese da parte dell’azienda ospitante?
Lo stage dura un minimo di 300 ore ma spesso i candidati decidono di prolungare il periodo di tempo passato in azienda, anche perché spesso lo stage è retribuito e rappresenta l’ingresso privilegiato nel mondo del lavoro. Lo stage, essendo curricululare, può essere prolungato per un massimo di 12 mesi.
• Come sono distribuite le ore di lezione? Al momento lavoro, per cui dovrei capire se posso conciliare le due cose (prendendo ferie/permessi da lavoro) o se piuttosto dovrò abbandonarlo del tutto.
Le lezioni si svolgono circa due weekend al mese, il venerdì con orario 9-13 e 14-18 e il sabato con orario 9-13 (o, occasionalmente, fino alle 16.00), nel periodo Novembre/Settembre. La frequenza alle lezioni è obbligatoria, con un minimo del 75% di presenze ed è condizione necessaria per il conseguimento del titolo.
• Il master è accreditato / fa parte di programmi europei (i.e. Pharma-train)?
No
• Quando si riapriranno le immatricolazioni per la prossima edizione?
Il bando esce normalmente attorno a Giugno e viene pubblicato sul sito del nostro Dipartimento (www.dsf.uniupo.it). Normalmente, la domanda deve essere presentata entro fine Settembre/Ottobre.
• Quanti posti ci sono e come si articola la selezione?
Il Master prevede un massimo di 50 iscritti, nel caso si riscontrasse un numero di iscrizioni superiore a 50 unità, è prevista una selezione (ma non è mai successo). La selezione avverrà attraverso una graduatoria per voto di laurea magistrale o specialistica; nel caso di candidati con più titoli di laurea, verrà ad essere preso in esame il voto più favorevole al candidato. In caso di ex-aequo, all’ultimo posto disponibile in graduatoria, verrà data precedenza al candidato più giovane di età.
• Vorrei essere informata sul target di persone a cui si rivolge il master: tipologia degli iscritti, età media e la % di placement nelle aziende a 6 mesi dalla fine del corso.
Gli studenti rientrano in tre principali categorie: i neo-laureati e coloro che entrano nel mondo del lavoro aziendale per la prima volta, coloro che già lavorano in un’azienda farmaceutica (e frequentano per aggiornamento) e coloro che hanno lavorato precedentemente e sono alla ricerca di un nuovo lavoro. L’età quindi è dipendente da queste categorie e una media tra tutti non è molto informativa. Per i neolaureati (talvolta anche neodottorati) l’età è tra i 26 e 35 anni (anche se esistono delle eccezioni). Il placement, sia come stage sia come assunzione (con diversi contratti) è molto alto (oltre il 90%).
• Lavorando in azienda non avrei il tempo di partecipare ad un tirocinio se non eventualmente all’interno della mia stessa azienda oppure il sabato fuori, cosa mi consiglia?
Per coloro che svolgono un lavoro affine alle tematiche del Master, vi è la possibilità da parte del Consiglio di Corso di Master di riconoscere tale attività a sostituzione dello stage. La riconoscibilità dipende dalle attività lavorative svolte e dalla tipologia di contratto di lavoro. Le 300 ore di stage in azienda sono continuative e non possono essere svolte solo al sabato. Per coloro che non potranno vedersi riconosciuta l’attività lavorativa o che lavorano in un settore non pertinente al proprio percorso formativo e che per ragioni di conflitto non hanno la possibilità di svolgere lo stage, vi è in ogni caso la possibilità di svolgere uno stage interno all’Università compatibile con l’attività lavorativa.
• Quali sono i principali sbocchi occupazionali?
Il master forma prevalentemente persone che lavoreranno nel settore regolatorio e nell’accesso al mercato. Malgrado che le aziende siano prevalentemente nel settore farmaceutico, abbiamo avuto vari studenti inseriti in altri settori (agroalimentare, cosmetico, omeopatico, medical device, etc).

[riduci]